Hever Castle and Gardens

Hever Castle and Gardens

Ieri ho visitato il Castello di Hever, nel Kent a circa un'ora di macchina dalla mia nuova casa. Ci sono andato per vedere da vicino un labirinto fatto con piante di tasso e perdermi al suo interno. Ho capito finalmente la differenza tra 'maze' e 'labyrinth'. Nel 'maze' ti ci perdi e trovi corridoi che sono ciechi. Nel 'labyrinth' non ci sono corridoi ciechi. Questo labirinto del Castello di Hever è un 'maze' e, come potete immaginare, mi sono perso al suo interno e non riuscivo a trovare l'uscita. I corridoi sono larghi appena 80cm e alti più di 2 metri. Se siete claustrofobici non vi consiglio di entrare. Questo 'maze' pur avendo più di 100 anni è molto ben conservato e sicuramente le siepi sono in uno stato di salute migliore di quelle che presenti in Villa Lante. Ma questa è un'altra storia.

Quello che mi ha affascinato del parco è il vasto lago artificiale scavato ai primi del 900 con il contributo del lavoro di circa 1000 persone. E' così ben progettato da sembrare che stia lì da secoli, frutto del lavoro di migliaia di anni della natura. Ma forse sono rimasto ancor più stupefatto del grandissimo giardino all'italiana che funge da scenografia ai reperti archeologici esposti. E, entrando ancora di più nel dettaglio, sono rimasto basito dalla presenza di tanti piccoli giardini costruiti tra un contrafforte e l'altro del muro del giardino. Li potrei definire giardini seriali. Ognuno di loro merita una sosta per contemplare la delicatezza con cui sono stati progettati e realizzati. Naturalmente, è inutile dire che al loro interno sono presenti le piante più improbabili per questo clima: olivo, vite, fico (persino il fico 'Goccia d'oro'), cipressi pettinati etc. e tutte le piante sono disposte in modo che possano vivere bene (molti alberi erano coltivati a spalliera contro muri rivolti a sud). Sono ancora molte le cose interessanti che si possono visitare in questo giardino (ad esempio un walled garden i cui muri sono alte siepi di tasso). Se devo dare una votazione a questo giardino direi che si merita un bel 9. Vi consiglio di visitarlo.

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment: