Viburnum opulus 'Roseum' Visualizza ingrandito

Viburnum opulus 'Roseum'

Nuovo prodotto

Scheda tecnica

Sinonimi: Viburnum opulus 'Sterile'
Nome comune: Pallon di Maggio, Palla di neve
Paese di origine e anno di introduzione: Olanda prima del 1594
Colore fiore: bianco
Periodo di fioritura: inizio primavera
Tipologia fiore: cima sferica
Larghezza fiore (cm): 5-6
Fiore profumato: no
Fiore adatto al taglio: si
Colore della foglia: verde scuro
Forma della foglia: semplice, trilobata
Durata delle foglie: caducifoglia
Esposizione al sole: sole - mezz'ombra
Portamento della pianta: eretto, cespuglioso
Tipo di suolo: ogni tipo di suolo ben drenato ma prospera in quelli calcarei argillosi
Necessità idriche: normale
Altezza massima (cm): 300
Larghezza massima (cm): 250
Rusticità: rustica (fino a -15° C)
Difficoltà di coltivazione: bassa
Utile per la vita selvatica: No
Punteggio di Vincenzo : 5

Dettagli

Delizioso arbusto caducifolio dal portamento arrotondato, con foglie di colore verde scuro che in autunno virano al rosso. Nella tarda primavera, produce cime sferiche larghe 5-6 cm, composte da grandi fiori sterili di colore bianco o bianco verdastro. Man mano che i fiori maturano e si ingrossano, pendono dai rami arcuati, assumendo col tempo una tonalità rosa. I giovani fiori verdastri sono eccellenti per le composizioni floreali.

Nell’Architettura del Paesaggio, rappresentano un’ottima scelta; vengono utilizzati per il retro delle bordure miste e sono perfetti per i giardini informali e di campagna.

Etimologia: Virgilio, il celebre poeta dell’antichità, ha menzionato il termine “viburnum” in alcune delle sue opere. Tuttavia, l’etimologia precisa di questo termine è ignota. “Viburnum” potrebbe derivare dal latino “viere”, che significa “legare” o “intrecciare”, riferendosi alla flessibilità dei suoi rami, utilizzati per la realizzazione di cesti. Un’altra ipotesi suggerisce che possa derivare dal termine “vovorna”, che significa “dei luoghi selvatici”.

Coltivazione: è una pianta rustica e di facile coltivazione. Cresce bene in suoli argillosi ed è tollerante nei confronti dei suoli umidi. Si consiglia di potare dopo la fioritura, accorciando i rami che hanno fiorito.